IL VICESEGRETARIO DEL PD CAPANNORI ANTONIO BERTOLUCCI: “LA MINORANZA GUARDA SOLO AL PROPRIO OMBELICO”

Home  »  News  »  IL VICESEGRETARIO DEL PD CAPANNORI ANTONIO BERTOLUCCI: “LA MINORANZA GUARDA SOLO AL PROPRIO OMBELICO”
giu 24, 2016 Commenti disabilitati admin

“Le forze politiche di opposizione di Capannori non colgono mai l’occasione per
dimostrare senso istituzionale e capacità di godere per le iniziative che migliorano la
qualità della vita dei cittadini. Perché va detto: il supporto alle imprese che le
sperimentazioni all’avanguardia del laboratorio Nest della Normale possono dare,
rappresenta una grande occasione per il comparto produttivo della nostra provincia. E
ce n’è un gran bisogno. Perché se Giada Martinelli, Mauro Celli, Simone Lunardi,
Renato Pini, Paolo Rontani, Giovanni Marchi, Daniele Lazzareschi, Anthony Masini, Pio
Lencioni, invece di guardare sempre il loro ombelico si occupassero dei bisogni dei
cittadini, oggi sarebbero contenti che l’amministrazione Menesini sia stata in grado di
dare uno slancio positivo, forte e innovativo ad una struttura che era stata concepita
in un altro momento socio-economico. Il polo tecnologico, grazie al gran lavoro svolto,
oggi può essere uno strumento che aiuterà le aziende a tornare a crescere e, di
conseguenza, creare nuovi posti di lavoro”.
Ci va giù duro il vicesegretario del Pd comunale di Capannori, Antonio Bertolucci,
verso la decisione delle forze politiche di minoranza di criticare anche l’avvio del polo
tecnologico di Segromigno in Monte.
“L’assessore Miccichè è stata chiara ed onesta nella conferenza stampa di lancio –
afferma Bertolucci –. Ha detto che c’è stato un gran lavoro da fare per adattare il polo
tecnologico alle necessità della società di oggi. Operazione per la quale la Camera di
Commercio ci ha fatto i complimenti, poiché non era né scontato, né banale avere il
coraggio, l’intelligenza e la lungimiranza di riattualizzarne le funzioni (prima di avviare
le attività di una struttura già inaugurata), in modo renderla utile per le aziende,
radicata nel presente e con lo sguardo verso il futuro. Per cui, ancora una volta, le
opposizioni parlano per parlare, senza sapere di cosa e soprattutto senza idee.
Ci dispiace, perché il parco scientifico potrebbe essere uno di quei terreni su cui il
confronto fra maggioranza ed opposizione diventa costruttivo nell’interesse dei
cittadini. Ed invece nulla, le minoranze si uniscono nella manifestazione di gelosia
verso un’amministrazione competente, seria e che fa azioni ed interventi a favore dei
cittadini e delle imprese, senza riuscire a mostrare un po’ di amore verso il territorio.
Abbiamo una grande opportunità per favorire lavoro, occupazione e crescita sul
territorio, mi auguro che tutti i consiglieri comunali vogliano contribuire”.

Share on FacebookEmail this to someoneTweet about this on Twitter

Tagged with: