L’ASSEMBLEA COMUNALE DEL PD DI CAPANNORI VOTA UN ODG CHE DICE UN NETTO ‘NO’ ALL’IPOTESI CASELLO DI MUGNANO

Home  »  News  »  L’ASSEMBLEA COMUNALE DEL PD DI CAPANNORI VOTA UN ODG CHE DICE UN NETTO ‘NO’ ALL’IPOTESI CASELLO DI MUGNANO
apr 7, 2016 Commenti disabilitati admin

bertolucciIl partito capannorese chiede anche ai parlamentari di svolgere il ruolo di controllo sulla progettazione Anas ora in corso sull’asse nord-sud

E’ senza mezzi termini il ‘no’ del partito Democratico di Capannori all’ipotesi del casello autostradale di Mugnano.
E’ stato infatti votato all’unanimità dall’assemblea del Pd capannorese, svoltasi ieri sera (martedì 5), nella sede di via don Aldo Mei, un ordine del giorno che dice in modo chiaro che Capannori quell’infrastruttura non la vuole. Inoltre, dall’assemblea è partito un invito al Comune di Lucca affinché adotti costantemente il metodo del dialogo con i territori vicini sia per evitare l’isolamento, sia perché soltanto così possono essere realizzate politiche e scelte nell’interesse dell’intero comprensorio. In particolare, l’atteggiamento deve cambiare verso l’amministrazione di Capannori, che sta dimostrando serietà e responsabilità sul tema della grande viabilità, nonostante che per il territorio amministrato dal sindaco Luca Menesini sia una questione delicata.
Il Partito Democratico di Capannori, quindi, rende pubblica la sua forza e la sua compattezza, sposando in pieno la linea già detta dal primo cittadino Menesini, e annunciando che porterà questa posizione condivisa a livello di assemblea comunale alla prossima direzione del Pd territoriale sull’argomento.
Oltre al diniego senza esitazione al casello autostradale di Mugnano, il Pd di Capannori investe ufficialmente i Parlamentari di riferimento, quindi il senatore Andrea Marcucci e l’onorevole Raffaella Mariani, e il presidente della Regione Enrico Rossi, a svolgere il ruolo di controllo sulla nuova progettazione Anas dell’asse nord-sud, in modo da vincolare il progetto definitivo alle modifiche richieste in più occasioni da Menesini, e che sono state giudicate necessarie anche dall’inchiesta pubblica, dalla Via e dal Consiglio di Stato dei lavori pubblici.
“Il Partito Democratico di Capannori è attento a temi così impattanti sul territorio – dice il vicesegretario Pd Antonio Bertolucci –. Anche stavolta dimostriamo tutta la nostra compattezza, nell’interesse dei nostri cittadini, delle imprese, e dell’intera Piana. Quando ci troviamo davanti a opere così rilevanti, i Comuni interessati devono portare avanti una politica condivisa, senza fare giochetti a discapito degli altri. Il sindaco di Capannori e presidente di Provincia Menesini ha sempre detto chiaramente la nostra posizione, ed ha anche saputo gestire fasi delicate del processo in corso, dimostrando autorevolezza, serietà e capacità di visione. Come partito abbiamo fatto molti incontri sul tema della grande viabilità, e abbiamo condiviso passo passo l’evoluzione della situazione sugli assi viari. Pare evidente che nel Comune di Lucca la cosa abbia preso un’altra piega, ma nessuno può pensare di risolversi i problemi che vive in casa scaricandoli sui vicini. E soprattutto deve essere chiaro: Capannori fa la sua parte, se gli altri fanno lo stesso. Nessun spazio all’ipotesi di scardinare la triangolazione Brennero-Frizzone-Lucca Est. Questo lo diremo chiaramente anche alla direzione del Pd territoriale”.
Il Pd di Capannori, infine, chiede al gruppo consiliare Pd di portare la posizione e le strategie condivise anche in Consiglio Comunale, con un apposito ordine del giorno.

Share on FacebookEmail this to someoneTweet about this on Twitter

Tagged with: , ,