Verbale Seduta del 08.05.2017

Home  »  News  »  Verbale Seduta del 08.05.2017
mag 8, 2017 Commenti disabilitati admin

Verbale Seduta del 08.05.2017 ore 21:00

Questi gli argomenti all’o.d.g.:

1) PPDresentazione da parte del segretario della nuova segreteria e delle “linee guida”.
2) Riflessione e confronto su esito primarie.
3) Varie ed eventuali.

Inizia l’esposizione dell’argomento iscritto al n°1 dell’o.d.g. la Segretaria Silvana Pisani.
Ringrazio tutti per la fiducia riposta nella mia persona. Questo incarico mi fa fatto sicuramente piacere ma mi grava anche di una grande responsabilità: quella di non deludere la vostra stima e le vostre aspettative.
Ci sono assenti che mi hanno comunicato di avere impegni, tra cui il sindaco che se riesce viene più tardi.
Da subito vorrei sottolineare che la relazione presentata a seguito delle recenti consultazioni sarà il nostro “Statuto” di riferimento, la guida che caratterizzerà le mie azioni e quelle della segreteria che stasera vi presento: Del Carlo Davide, Filippi Luigi, Giampaoli Claudio, Giangrandi Paolo, Lionetti Laura. Passo alla lettura dello “Statuto”:…(Vedi documento allegato).

Patrizio Andreuccetti: ringrazio e mi congratulo con Silvana Pisani la nuova Segretaria, sicuro che svolgerà un ottimo lavoro. Un augurio anche a Laura che ci rappresenterà in Assemblea Nazionale. Oltre al segretario Renzi voglio ringraziare, Orlando ed Emiliano, perché il Partito Democratico è un “partito unito con voci diverse”. I risultati elettorali delle ultime consultazioni sono significativi ma non dobbiamo sottovalutare un dato importante, il calo dell’affluenza rispetto alle precedenti tornate elettorali. Ci sono delle responsabilità da parte nostra, cose che potevano essere fatte meglio in questi anni; non siamo riusciti a portare tanti giovani a votare, dobbiamo riflettere e agire in risposta a questi dati. Per fare questo il segretario, e gli organi dirigenziali, deve ascoltare di più le voci di tutti, ciò si è dimostrato un limite di Renzi e non solo. Anche se, va sottolineato l’aspetto più positivo: siamo l’unico partito a farle e a permettere una discussione veramente democratica. Ci troviamo davanti a situazioni populiste da contrastare. Il PD è l’unico partito che porta avanti alcuni temi di cui dobbiamo andare fieri. Siamo per un Europa che metta al centro le persone. Nel panorama mondiale, dall’Asia al Medio Oriente, da Putin a Trump…noi siamo un baluardo di civiltà vera. Dobbiamo andare incontro alle fasce più deboli. Inoltre, rispetto al tema dell’immigrazione, servono degli equilibri, senza mettere da parte il nostro spirito d’accoglienza, dobbiamo tuttavia guardare al tema della sicurezza. Dobbiamo essere accoglienti ma portare avanti un’accoglienza credibile. Altro tema da mettere al centro riguarda il lavoro e la presenza delle imprese sul territorio. Sono temi di cui dobbiamo render conto.
Nella politica locale sono preoccupato per la situazione in cui si trova Lucca invece mi congratulo con tutti voi che avete saputo ritrovare lo spirito unitario e devo dire che sto avvertendo tra voi molto entusiasmo e questo è un dato molto positivo che fa onore alla vostra storia e impegno.

Laura Lionetti: Grazie a Silvana per il suo intervento e a Patrizio per l’augurio. Sono onorata e felice per il nuovo ruolo, mi impegnerò per svolgerlo al meglio. Ieri, sono stata alla prima assemblea nazionale; il clima che si respirava tra le persone era davvero positivo. Gli interventi di Renzi, Emiliano ed Orlando evidenziavano come le scorie del referendum fossero finite e la nuova era deve avere come obiettivo comune l’unità. C’è bisogno di ritornare alla vocazione originaria del PD, la vocazione maggioritaria. Il partito ha bisogno di rappresentare la complessità della società. Dobbiamo ammettere che non abbiamo avuto la stessa presa del Movimento 5 Stelle sul web (anche se a breve verrà lanciata una nuova app) ma abbiamo un potenziale grandissimo: la presenza di circoli organizzati sul territorio e tanti amministratori locali. Sono risorse fondamentali che non dobbiamo perdere. L’obiettivo è quello di aprire circoli, rafforzare le relazioni, andare per le strade, stare sul territorio tra la gente. Cerchiamo di metterci tutto il nostro impegno per tenere aperti il più possibile i circoli all’interno del nostro territorio, è necessario l’impegno di tutti. Il gioco di squadra farà la differenza.

Antonio: Non si governa un paese da solo dicendo di aver unito le minoranze. Dobbiamo curare gli elettori. Noi siamo un partito europeista ma non siamo l’Europa delle persone. Abbiamo fatto la riforma della scuola ma non siamo stati in grado di governarla. Con questo errore abbiamo perso un target di persone che prima era dalla nostra parte. Dobbiamo lavorare sull’unità del partito per mettere insieme sinergie, facendo una seria riflessione sugli sbagli commessi. Dobbiamo avere chiara la nostra proposta. Molte volte i nostri Parlamentari perdono il senso della realtà, invece devono avere le orecchie aperte per portare avanti quello che vuole la gente. A livello locale dobbiamo trovare la nostra voglia di stare insieme soprattutto in merito alle questioni locali. Mi congratulo con la linea che ci ha presentato Silvana, è un bel programma, impegnativo… anche se riuscissimo a farne la metà sarebbe già un buon risultato…. Condivido che dobbiamo fare il punto della situazione, un’analisi del programma dei 3 anni d’amministrazione: tra quello che c’è rimasto da fare, dobbiamo individuare cosa fare. La parola chiave è fare. Dobbiamo fare. Mi piace l’idea di riproporre la Festa dell’Unità e spero che si riesca a fare perché è un momento forte, importante. Mi metto a disposizione per dare una mano.

Claudio Ghilardi: a livello locale sarebbe necessario fare una riflessione per accorpare alcuni circoli, ad esempio a sud c’è l’esigenza di unificare S.Leonardo con Verciano. Riguardo le elezioni, voglio dire che, nonostante il dato nazionale d’affluenza alle primarie sia positivo rispetto a quelle che erano le aspettative, a Capannori non è andata così bene; è il comune dove si è votato meno. Se confrontiamo i dati di questa tornata elettorale con le ultime “primarie” notiamo un calo del 59%, anche se, probabilmente in quella sede sono venute persone che mai avrebbero votato PD. C’è un evidente calo d’affluenza. C’è bisogno di lavorare..

Alessandro Giannini: Capannori ha avuto il calo più basso rispetto alla media toscana. Le ragioni sono diverse: in primo luogo il partito, negli ultimi anni è stato evanescente. La relazione letta da Silvana è composta da un programma importante, preciso, che ci indica finalmente dove vogliamo andare dopo anni in cui il Pd è stato evanescente… io mi impegno a lavorare per quel programma e invito tutti a leggere la relazione e prendersi un pezzettino di responsabilità. Non si può non partecipare, tutti abbiamo la responsabilità di impegnarci su una parte, anche piccola ma dobbiamo dare un contributo se vogliamo che il partito faccia il partito. Il segretario avrà il compito di controllare che il programma del PD a Capannori venga rispettato. Un altro aspetto importante riguarda le proposte politiche sul territorio. E’ fondamentale curare gli iscritti che a mio avviso dovrebbero “rispondere” dando il loro punto di vista almeno una volta l’anno. Il risultato politico più importante delle primarie è il bagno di mea culpa fatto da Renzi.
Renzi non deve copiare Macron nell’ottica di “fare da solo senza il partito” ma nell’ottica di spiegare che la scelta di essere europeista ha delle motivazioni importanti, quindi spiegare come mai conviene stare tra le persone e nell’euro. Fossi in Renzi farei una riflessione su qual’è l’elettorato PD; nel nostro elettorato non ci sono operai o gente che ha sofferto la crisi, ci vuole una politica più di sinistra e creare una rivalità competitiva con il Movimento 5 Stelle. La politica via Twitter non si fa! La politica è complessità è incontro e confronto ….. In prospettiva mi preoccupa la legge elettorale proporzionale anche se corretta perché non vogliamo l’alleanza con Forza Italia, metterebbe una pietra tombale sul PD e andrebbe avanti il Movimento di Grillo!

Davide Del Carlo: sono d’accordo con quello che ha detto Claudio. Aggiungo che non c’è una relazione tra primarie ed elezioni, quindi dobbiamo tener di conto di questo fatto. Rispetto al calo d’affluenza non è solo responsabilità di Capannori. Dobbiamo lavorare! Sono contento di far parte della segreteria e spero di farlo bene.

Silvana Pisani: Ringrazio tutti per la partecipazione, per gli interventi interessanti e per l’entusiasmo che avete dimostrato. Farò del mio meglio per portare avanti gli obiettivi che ci siamo dati, ma dobbiamo fare squadra per andare avanti. Il Partito è un patrimonio di tutti, ognuno di noi ha un ruolo fondamentale e come è stato detto è di vitale importanza che ognuno si curi di una parte, se siamo in tanti ce la faremo a far crescere tra la gente i nostri valori e obiettivi.

La riunione è terminata, buonanotte a tutti.

Share on FacebookEmail this to someoneTweet about this on Twitter